Che cosa succede quando senti qualcuno fare una delle seguenti azioni: masticare, bere, tiri su col naso, canticchi, picchiettare con le dita, digitare sulla tastiera?

Se hai una forte risposta emotiva e il desiderio di scappare o fermare il suono, potresti avere una misofonia.

Letteralmente significa “odio per il suono”, è una condizione neurofisiologica in cui le persone hanno una reazione sproporzionatamente negativa verso alcuni specifici suoni.

Le persone con questa condizione sono consapevoli di reagire in modo esagerato a certi suoni, è solo che la loro reazione non è sotto il loro controllo.

I ricercatori hanno studiato se la misofonia è collegata a, o causata da, altre condizioni psichiatriche o fisiche, come l’acufene, il disturbo ossessivo-compulsivo, i disturbi alimentari o il disturbo da stress post-traumatico. Le prove suggeriscono che, anche se esiste qualche associazione con queste condizioni, nessuno di questi disturbi può spiegare pienamente i sintomi misofonici, suggerendo che la misofonia è una condizione separata e indipendente.

Come prevenire la misofonia?

Attualmente non esiste una cura o trattamento per la misofonia. Un esperto può, tuttavia, suggerire diversi tipi di terapia.

Alcuni persone cercano di mascherare i suoni fastidiosi con la musica, altri semplicemente cercano di evitarli.

Infatti, negli ultimi anni, sono stati riscontrati dei miglioramenti su cure sperimentali applicate su alcuni pazienti attraverso la terapia del suono. Tale terapia comunemente usata nella cura degli acufeni è particolarmente utile nel migliorare lo stato psicologico delle persone affette da misofonia.

Se anche tu soffri di tale condizione uditiva o se hai dubbi sulla tua capacità uditiva, prenota un controllo gratuito presso il nostro centro “Acustica Europea”.

Leave a comment