Sebbene in molti siano consapevoli della propria perdita uditiva, spesso non si chiede aiuto. Questa condizione, può dipendere da diverse situazioni: spesso non si vuole riconoscere il problema, molti si sentono in imbarazzo, altri invece la reputano una debolezza e restano convinti dell’idea di poter trascurare il problema senza mai ricorrere all’uso dell’apparecchio acustico.
La ricerca, nel tempo, ha dimostrato come la perdita uditiva non trattata comporta effetti negativi da un punto di vista sociale, psicologico, cognitivo. Infatti, coloro che hanno difficoltà uditiva, possono avere una comunicazione distorta o incompleta che hanno un serio impatto sulla vita professionale e personale che, a volte porta all’isolamento.

Quali sono i principali effetti per una perdita uditiva non trattata?

I diversi studi affermano che un calo uditivo se non trattato è spesso correlato a:
• Irritabilità, rabbia;
• Stanchezza, stress, depressione e tensione;
• Evitare o escludersi dalla vita sociale;
• Solitudine;
• Aumento del rischio per la propria sicurezza e riduzione della vigilanza;
• Alterazione della memoria e dalla capacità cognitiva;
• Riduzione delle prestazioni lavorative;
• Generale riduzione della salute psicologica.

È fondamentale capire che la perdita uditiva non è solo un disturbo della vecchiaia, ma una condizione che può colpire ad ogni età. Per un ragazzo, una perdita uditiva lieve o moderata, può portare a difficoltà di apprendimento, sviluppo della parola e soprattutto può influire negativamente sullo sviluppo di capacità personali necessarie per favorire l’autostima e crescere sia a scuola che nella vita quotidiana.
Se voi o un vostro caro soffrite di perdita uditiva, non esitate a richiedere un controllo dell’udito. Il test è un primo passo verso il proprio benessere.

Leave a comment